L’interrogazione del gruppo “Per Siena” sulla manutenzione dei manti stradali e dei marciapiedi in periferia

Data di pubblicazione:
Tipologia della notizia
Comunicati stampa

Corpo

Si è incentrata sulla manutenzione dei manti stradali e dei marciapiedi della periferia di Siena l’interrogazione presentata oggi in Consiglio comunale da Vanni Griccioli, Massimo Mazzini e Pierluigi Piccini (Per Siena).

Griccioli ha evidenziato <<come in altre interrogazioni, che si sono susseguite in questi quattro anni, sia stato sollevato il tema>>, ricordando che <<il mancato intervento delle strade nella parte periferica della nostra città sta rendendo alcuni tratti viari pericolosi, soprattutto per i motoveicoli>>.

Il consigliare ha poi elencato, partendo da sud della città, le vie che necessitano di lavori <<da via Girolamo Gigli, in gravi condizioni dovute a buche e insenature, ad alcune parti di via Piccolomini. Ma anche i viali: Toselli, Sardegna, Achille Sclavo, che risultano fortemente abrasi e sfaldati; così come via del Vecchietta e Duccio di Boninsegna. Situazione simile anche a San Miniato nelle arterie di maggior scorrimento, e nella zona periferica a nord come in via Quinto Settano e Celso Cittadini>>.

Da quanto esposto la richiesta <<di conoscere se ci sono in cantiere prossimi interventi sulla periferia e le tempistiche certe di ripristino, che auspichiamo non si concentrino a pochi mesi dalla fine di questo mandato amministrativo, poiché possono ingenerare situazioni di collasso viario non indifferente. E perché non siano state programmate, in questi anni, azioni concrete e non interventi definiti a toppe su vari manti stradali>>.

<<Critiche ingiuste quelle avanzate dal consigliere perché - ha aperto così il vicesindaco - noi abbiamo iniziato la programmazione e avviato i lavori da tempo su strade importanti>>. Dai viali e l’anello intorno alla Fortezza, a via Beccafumi, Strada Grossetana per oltre 1,5 km, via Fiorentina, Strada di Scacciapensieri, la Chiantigiana, via Nino Bixio, Pescaia, via Montluc, il piazzale davanti a Porta Ovile, via Lombardi, la rotatoria di via Bianchi Bandinelli.

Ha ricordato poi quanto <<l’asfalto necessita di manutenzione>> concordando  <<sulla presenza di alcune vie che necessitano di interventi di asfaltature. Non è vero però che non sono stati programmati anzi molti di questi, soprattutto in quelle di maggior carico di traffico, si sono fatti in orari notturni per evitare disagi ai cittadini. E nei prossimi mesi ne sono previsti altri. Per esempio, in tutto il quartiere di Ravacciano. Lavoro, questo, già pronto dallo scorso autunno, ma per il quale abbiamo ritenuto fosse meglio aspettare la fine dell’anno scolastico visto che i soli momenti di grande traffico si verificano in entrata e uscita dalle scuole. Già affidato l’intervento di rifacimento dell’area di sosta e della carreggiata in via Banchi, nella parte davanti al Cus, con una completa razionalizzazione del parcheggio. Verranno rifatti i tappeti di Piazzale Rosselli e completata l’asfaltatura di Strada di Scacciapensieri. E anche viale Bracci con un restyling delle isole, dello spartitraffico, del verde e dei marciapiedi. 1 milione e 400 mila euro di accordo quadro per le asfaltature e 1,2 milioni, destinati a due interventi importanti: Strada Massetana, per oltre mezzo milione di euro, dove verranno espiantati tutti i pini e rifatto il manto, e via Verdi in cui non è previsto solo un lavoro di asfaltatura>>.

Il vicesindaco ha concluso <<dicendo di aver risposto con dei dati concreti che testimoniano l’impegno di questa Amministrazione nella manutenzione delle strade e nello specifico nei lavori al manto stradale di asfalto programmati e non realizzati all’ultimo minuto>>.

<<La mia preoccupazione – ha ribadito Griccioli – era quella di ridursi a fine mandato per eseguire questi interventi perché si possono generare problemi alla viabilità. La mia attenzione, infatti, non era a fini elettorali, ma su criticità che si rifletterebbero sui cittadini>>.

Ufficio Stampa Comune di Siena

Ultimo aggiornamento

25/06/2022, 11:35